Nell’ambito delle iniziative legate al XXIV anniversario delle stragi di Capaci e via D’Amelio, andrà in scena, il 23 e 24 maggio al Teatro Biondo di Palermo, lo spettacolo Dieci storie proprio così, scritto da Giulia Minoli ed Emanuela Giordano, che cura anche la regia.

Dieci storieUn’opera teatrale che coinvolge sette attori, un’orchestra, il coro di voci bianche, il corpo e la scuola di ballo del Teatro di San Carlo, un quartetto d’archi del conservatorio di Milano.

Sono storie raccontate dai parenti delle vittime e dalle associazioni, dai volontari, da chi senza paura si attiva per creare delle alternative al degrado che produce la criminalità organizzata. Sono le storie di un’Italia spesso ai margini della cronaca e lontano dai riflettori ma che per fortuna esiste e continua a lottare.

Dieci storie proprio così racconta di vittime conosciute e sconosciute della criminalità organizzata, storie di impegno civile e riscatto sociale, responsabilità individuali e collettive, connivenze istituzionali e taciti consensi. Racconta il coraggio espresso da associazioni di ragazzi caparbi, la tenacia dei parenti delle vittime, l’impegno di tutti cittadini che fanno della memoria un diritto inalienabile.

Ingresso libero fino ad esaurimento posti
Info e prenotazioni: 342 5739540

 

Lo spettacolo s’inserisce nel progetto Il palcoscenico della legalità che ha raggiunto in queste settimane diverse scuole di Palermo.

Gli attori dello spettacolo hanno coinvolto circa un migliaio di studenti di una cinquantina di classi in un percorso formativo che, attraverso la pratica teatrale, stimola il senso civile e la cultura della legalità. I ragazzi hanno incontrato anche i familiari delle vittime della mafia e della camorra e i giovani che hanno recuperato i beni confiscati alle mafie.

Attraverso il racconto diretto delle storie e la successiva elaborazione attraverso il “gioco” del teatro, i ragazzi sono chiamati a ragionare sui drammatici eventi e sull’attualità del pensiero e dell’azione criminale, per comprenderne le cause e valutare le ipotesi di lotta e di promozione della legalità.

Commenti

comments