Copertina 1000155 anni fa i Mille guidati da Garibaldi sbarcarono in Sicilia per liberare l’Isola dai Borbone e per dare la spinta decisiva alla nascita dell’Unità d’Italia.
A oltre un secolo e mezzo di distanza, altri mille sono impegnati nella lotta di liberazione della Sicilia dal sistema di potere mafioso. Si tratta infatti della rete antiracket fondata da Addiopizzo, che dopo più di undici anni di sacrifici e di duro lavoro raggiunge la soglia dei mille operatori economici.

Con questo risultato nella giornata e nell’ambito delle iniziative del prossimo 29 agosto vogliamo ricordare l’omicidio di Libero Grassi, l’imprenditore che nel 1991 venne assassinato perché lasciato solo nella sua scelta di ribellione ai suoi estorsori.

In questi anni la rete di consumo critico antiracket Pago chi non paga ha contribuito a spezzare il tabù dell’omertà, consentendo a commercianti e imprenditori di non pagare il pizzo alla mafia senza che tale scelta possa mettere a repentaglio la vita e la propria attività economica. Oggi addirittura sono gli stessi estorsori a dire di tenersi alla larga dai negozi di Addiopizzo.

Non tutto è stato semplice però, né gli obiettivi sono tutti raggiunti. La strada è ancora lunga e impervia e gli ostacoli imprevedibili.
In oltre 10 anni di impegno è cambiato tanto, ma è doveroso ricordare che non è più la stagione nata dopo le stragi quando fiumane di persone si riversarono per strada a esprimere tutta la loro indignazione. Ma non è nemmeno più il tempo, come negli ultimi anni, delle grandi prese di posizione, dei proclami e della “solidarietà del giorno dopo”.
Se oggi a parole tutti ripugnano la mafia e lanciano appelli alla denuncia, ciò di cui c’è davvero bisogno e su cui si fa la differenza è il lavoro serio e concreto di ogni giorno. Un impegno quotidiano fuori da rappresentazioni eroiche per non allontanare la gente da una battaglia che, per essere vinta, ha bisogno proprio di cittadini comuni e di normalità.

Programma_Libero2015

 

L’azione è realizzata nell’ambito del Programma Operativo Nazionale Sicurezza per lo sviluppo obiettivo convergenza 2007–2013”. “Consumo critico antiracket: diffusione e consolidamento di un circuito di economia fondato sulla legalità e lo sviluppo”, di cui è beneficiario l’Ufficio del Commissario nazionale antiracket.

Spese guide

Commenti

comments