Fonte: LiveSicilia

Il retroscena del blitz che ha colpito i mandamenti di Resuttana e San Lorenzo.

PALERMO – Non è mai stato identificato. Si sa solo che quando gli bruciarono il furgone impugnò una pistola e sparò contro l’abitazione di Vincenzo Maranzano, colui che gli aveva chiesto il pizzo. È un retroscena del blitz che nei giorni scorsi ha colpito i mandamenti mafiosi di Resuttana e San Lorenzo, che include la famiglia mafiosa dello Zen.

Leggi l’articolo

Commenti

comments