Prende forma il progetto sul memoriale-laboratorio della lotta alla mafia, creato dal Centro Impastato. Il Comune di Palermo ha assegnato per il progetto Palazzo Gulì.

cds_bibliotecaNell’ormai lontano 2005, il Centro Impastato lanciò la proposta della creazione a Palermo di un Memoriale-laboratorio della lotta alla mafia. Da anni Addiopizzo sostiene il progetto.
La proposta nasce da una duplice esigenza: offrire un percorso storico dell’evoluzione del fenomeno mafioso, dalle origini ai nostri giorni, e soprattutto delle lotte contro di esso, dal movimento contadino a oggi; creare una casa delle associazioni che ospitasse le varie realtà operanti nella città, che spesso non hanno una sede o hanno sedi precarie e inadeguate.
Per avviare la realizzazione del progetto il Centro propone che si cominci con l’allestimento di una mostra fotografico-documentaria, che riprenda e integri le mostre curate dallo stesso Centro nella sua trentennale attività.
cds_emerotecaLa proposta mira a una riprogettazione del patrimonio museografico della città, mettendo finalmente in cantiere la creazione di un Museo storico di Palermo e della Sicilia. In altre città sono sorti negli ultimi anni luoghi della memoria, come per esempio i Memoriali della Resistenza.

Palermo e la Sicilia hanno vissuto la lotta alla mafia come una Resistenza permanente, che ancora non è finita e che per alimentarsi ha bisogno di recuperare la memoria, ricostruendone la trama in modo da renderla fruibile da tutti i cittadini, come pure da visitatori non frettolosi, e di trovare uno spazio comune di riflessione e di programmazione, per avviare iniziative unitarie, nel rispetto della storia e dell’identità di ciascuno.

Commenti

comments