lea garofalo24 novembre 2009. Scompare la testimone di giustizia di Petilia Policastro (Crotone), Lea Garofalo. Uccisa dopo essere stata torturata, il suo corpo fu bruciato.

La testimonianza della figlia Denise contro il padre, Carlo Cosco, è stata importantissima per le indagini. Sono stati condannati all’ergastolo, con sentenza definitiva, Carlo Cosco, ex compagno di Lea, Vito Cosco, Rosario Curcio e Massimo Sabatino, e a 25 anni di reclusione Carmine Venturino, l’ex fidanzato di Denise diventato collaboratore di giustizia dopo la condanna in primo grado.

Fonte: Centro Siciliano di Documentazione “G. Impastato”

Commenti

comments