A meno di una settimana da Natale, il Comitato Addiopizzo fa un regalo alla città di Palermo. rn<br><br>rnMigliaia di lettere, infatti, sono state spedite stamattina ad altrettanti sostenitori della campagna "Contro il pizzo cambia i consumi" con un questionario e il terzo elenco degli esercenti, di Palermo e provincia, che non pagano il pizzo.rn<br><br>rnAltre 30 nuove attività commerciali adesso fanno bella mostra di sé sul sito e sull’elenco, reperibile negli stessi negozi, o nei punti di raccolta indicati su <b>www.addiopizzo.org </b>rn<br><br>rnSono 159 gli esercizi che, finora, sono usciti allo scoperto, nella speranza di convincere anche gli altri a fare altrettanto, a ribellarsi agli estorsori per allargare così a macchia d’olio questa nicchia di economia pulita e libera dalla mafia.rn<br><br>rnChiunque volesse fissare un appuntamento con la commissione di garanzia del Comitato Addiopizzo, può chiamare il <b>380.3487929</b> o mandare una e-mail all’indirizzo <a href="mailto:consumocritico@addiopizzo.org"> consumocritico@addiopizzo.org</a>

Commenti

comments