Fonte: la Repubblica – Palermo

È l’anima nera di Palermo. Oltre la povertà. Emarginata, senza relazioni, facile da circuire. Che non ha più niente da perdere e vive di espedienti.

Leggi l’articolo

Commenti

comments

-->