Mercoledì 29 giugno, alle 11.30, nell’Auditorium Rai di Palermo in viale Strasburgo 19, si presenta alla stampa No mafia memorial.

u-santino_a-puglisiLa città di Palermo e la Sicilia sono stati luoghi emblematici dello svolgersi del fenomeno mafioso, anche se da tempo ne ha varcato i confini. Queste ragioni fanno di Palermo il luogo naturale di una istituzione finalizzata a testimoniare e raccontare il forte impatto che la mafia ha avuto sulla società, a ricostruire la storia dell’associazione mafiosa e delle mobilitazioni contro di essa e a promuovere la partecipazione dei cittadini a un progetto di liberazione e di costruzione del futuro.

Intervengono:

  • Leoluca Orlando, Sindaco di Palermo
  • Umberto Santino, Presidente del Centro Impastato
  • Vincenzo Morgante, Direttore della TGR RAI
  • Salvatore Cusimano, Direttore della Sede siciliana della RAI
  • Claudia Ciccia, Responsabile Filiale Palermo di Banca Popolare Etica
  • Ferdinando Siringo, vice Presidente del Centro Impastato

Il 29 dicembre 2015, la Giunta Comunale di Palermo ha deliberato la creazione del “Memoriale-laboratorio della lotta alla mafia”, accogliendo l’idea progettuale del Centro Siciliano di Documentazione “Giuseppe Impastato” che da diversi anni lavora per realizzazione di questa istituzione culturale.

Comune e Centro Impastato hanno avviato così il percorso per la creazione di una Fondazione culturale intitolata No mafia memorial alla quale il Comune ha dato in uso la sede di Palazzo Gulì in corso Vittorio Emanuele e il Centro Impastato conferirà tutto il suo patrimonio archivistico e bibliografico.

 

Commenti

comments