Processo Argo: sentenza di condanna storica che apre una breccia nel mandamento mafioso di Bagheria

arresto-manette_bnLa sentenza di ieri che riguarda il processo Argo alle cosche mafiose del mandamento di Bagheria, dimostra che in aree difficili come queste c’è la possibilità di un cambiamento.

Nella stessa area, Addiopizzo ha supportato numerosi imprenditori e commercianti (con la sentenza di ieri risarciti dal tribunale) che hanno colto questo momento storico per affrancarsi da Cosa nostra e dal racket e intraprendere un nuovo percorso di legalità.

Addiopizzo vuole sottolineare a quanti vivono ancora nel dubbio se compiere la scelta di denunciare, che non rendersi conto della straordinarietà del momento che stiamo attraversando significherebbe sprecare una preziosa opportunità che potrebbe non ripresentarsi più in futuro.

Anche se per molti anni le infiltrazioni e i condizionamenti di Cosa Nostra sono risultati gravi sul tessuto sociale ed economico del territorio della provincia, le indagini odierne, oltre alle operazioni antimafia di questi ultimi anni, registrano dei significativi segnali di resistenza da parte di alcuni operatori economici.

Riteniamo infatti che l’azione straordinaria di repressione delle forze dell’ordine e dei magistrati abbia creato i presupposti per imprimere una svolta importante anche su un territorio, che in passato era riconosciuto come il triangolo della morte e che per tanto tempo è stato pesantemente condizionato da Cosa nostra.

Mafia ed estorsioni: 24 condanne. Stangata per il clan di Bagheria
livesicilia.it, 09-02-2015

Mafia, 24 condanne per un secolo e mezzo
Giornale di Sicilia, 10-02-2015

 

Commenti

comments