“Un popolo che ignora il proprio passato non saprà mai nulla del proprio presente.”

Le giovani generazioni credono nella possibilità di sconfiggere Cosa nostra e il sistema di potere mafioso.
Bisogna tuttavia ricordare che senza tutta la verità sulla stagione delle stragi non ci sarà mai un’autentica vittoria.

Oltre l’impegno di ogni giorno per le strade di Palermo e della provincia, rimane centrale la nostra attenzione verso la stagione delle stragi del 1992 e del 1993, su cui rimane forte il bisogno di verità e giustizia.

9La sentenza della Corte d’Assise del Tribunale di Palermo nel processo sulla trattativa è un passo storico che aggiunge un tassello significativo su una stagione di sangue costellata da misteri e verità nascoste, dove in tanti ci hanno rimesso la vita per aver semplicemente fatto il loro dovere.

A tutte le vittime e ai pubblici ministeri del processo Nino Di Matteo, Vittorio Teresi, Roberto Tartaglia e Francesco Del Bene che hanno stoicamente portato avanti una battaglia di civiltà per far emergere una verità su una delle pagine più nere della storia del paese, la nostra vicinanza, con la consapevolezza che solo attraverso un impegno corale e una diffusa assunzione di responsabilità ci si potrà definitivamente scrollare di dosso il fardello delle mafie e dei suoi codici culturali.

 

 APPROFONDISCI                                                  

Leggi la sentenza della Corte d’Appello d’Assise

Il commento di Attilio Bolzoni
Stato-mafia, dalla sentenza una verità controvento
Repubblica.it, 20/04/2018

 

 

 

Commenti

comments