<p>A 24 ore dall’arresto di un estortore denunciato da un commerciante da noi <br />rnassistito si &egrave; conclusa oggi un’altra vicenda di racket con una sentenza a <br />rnsei anni in primo grado per altri due esattori del pizzo. <br />rn<br />rn<b>Il tentativo di estorsione al titolare del Millionaire di Moncalieri, in <br />rnprovincia di Torino</b>, &egrave; stato immediatamente denunciato nel novembre 2007 <br />rndall’imprenditore palermitano con l’ausilio dell’associazione LiberoFuturo. <br />rnLa Squadra Mobile di Palermo aveva avviato&nbsp;indagini complesse che si erano articolate nelle due citt&agrave; portando all’arresto degli estortori nei primi di gennaio 2008. <br />rn<br />rn<b>La condanna in primo grado &egrave; arrivata in tempi rapidissimi</b>. I due titolari, <br />rnla stessa societ&agrave;, il comitato Addiopizzo e l’associazione LiberoFuturo <br />rncostituitisi parti civili sono stati riconosciuti danneggiati dal reato, e <br />rnla sentenza gli assegna un risarcimento.</p>

Commenti

comments