Su Rosario CrocettaA nostro avviso ciò che potrebbe dare un’autentica tranquillità al nostro amico Crocetta sono: l’onestà diffusa, la voglia di camminare con la schiena dritta, la testa alta, le parola degli onesti, e, soprattutto, le concrete politiche antimafia che dovrebbero porre in essere coloro che spesso sono lesti a rilasciare comunicati stampa senza dare seguito a ciò che si asserisce.

Paghiamo le colpe dei decennali ritardi della politica, mentre ancora gran parte del tessuto economico subisce passivamente la mafia, o cerca addirittura di lucrare insieme ad essa, sommergendo lavoro e speranze.

Chi crede di aver la fortuna di poter assistere da lontano, magari solo da tv e stampa, spera segretamente di non esser mai chiamato a difendere in prima persona i propri diritti. Molti nascondono la testa nella propria vita privata e quindi non sentono che, a causa di tutto ciò, sono privati della possibilità di vivere in una bella terra. Ciascuno sarà chiamato a render conto della credibilità dei propri attestati di solidarietà e del ruolo che ha effettivamente svolto per un reale cambiamento della nostra terra.

Sarà, presto o tardi, il giudizio della storia che dirà al mondo di che pasta è realmente la Sicilia onesta.

Commenti

comments