Sulle inchieste “grandi eventi” e “Mala Gestio” - autosospensione del gruppo NovantacentoMercoledì 26 giugno abbiamo ricevuto una lettera ufficiale della Novantacento Srl, società che aderisce al circuito di consumo critico “Pago chi non paga”, dal quale il gruppo editoriale ci comunica la sua decisione di autosospendersi.

Sebbene nessun soggetto della società in questione risulti al momento indagato, i responsabili si autosospendono in attesa che si faccia piena luce sui rapporti tenuti con Fausto Giacchetto e su ciò che è emerso, a carico del gruppo editoriale, nell’ambito delle inchieste “Grandi eventi” e “Mala  Gestio”.

Ribadiamo che niente di penalmente rilevante è emerso allo stato attuale, eppure questo gesto è stato da noi molto apprezzato. Non solo perché è una scelta lineare e trasparente a garanzia del nostro circuito, ma anche perché per noi rappresenta un esempio di come si possa tutelare il proprio buon nome di fronte all’opinione pubblica.

Accogliamo dunque la richiesta di autosospensione come una scelta opportuna, perché consente di mantenere un dialogo con quella opinione pubblica che non guarda solo al codice penale per orientarsi nella sfera pubblica della convivenza civile.

Abbiamo ricevuto questa comunicazione mentre ci stavamo interrogando su una questione molto delicata, nonché importante per definire quel profilo di opportunità che ha a che fare con  la responsabilità sociale del fare impresa.

In attesa che si chiudano le indagini accogliamo dunque l’autosospensione della Novantacento, considerandola come un mezzo per rigirare all’imprenditoria, alla politica e a tutti i media un’ulteriore domanda: quanti monopoli di fatto (mafiosi e non) ci sono in Sicilia che piegano l’impresa e i lavoratori a differenti sistemi di potere?

Rispondere a quest’ultima domanda sarebbe un modo costruttivo per reagire all’ennesima inchiesta che la realtà ci sbatte in faccia.

Perché anche quest’ultima vicenda purtroppo dimostra che la società siciliana non è ancora capace di uno sguardo lungimirante sul proprio futuro.

Associazione “Comitato Addiopizzo”

novantacento_-_autosospensione.pdf

Commenti

comments