unnamed25 gennaio 1983. A Valderice (Trapani) viene ucciso il sostituto procuratore Giangiacomo Ciaccio Montalto, impegnato in indagini di mafia nel Trapanese.

A Trapani e in provincia le famiglie mafiose sono state sempre molto attive, anche in collegamento con logge massoniche, e non hanno esitato a colpire magistrati e uomini delle forze dell’ordine.
L’omicidio di Ciaccio Montalto apre una stagione di sangue che culminerà con la strage di Pizzolungo del 2 aprile 1985, in cui rimarrà illeso il magistrato Carlo Palermo e moriranno la signora Barbara Rizzo Asta e i gemelli di 6 anni Giuseppe e Salvatore Asta.

Fonte: C.S.D. “Giuseppe Impastato”

XXXV anniversario della morte 

La Sottosezione dell’Associazione Nazionale Magistrati di Trapani e la Sezione di Trapani della Lega Navale Italiana per mantenere viva la memoria di Giangiacomo Ciaccio Montalto, barbaramente ucciso il 25 gennaio 1983, organizzano la regata velica e l’inaugurazione dell’opera muraria che si terranno domenica 21 gennaio 2018 a partire dalle ore 9.00 al Lazzaretto di Trapani, sede della Lega Navale Italiana.

La commemorazione attraverso la regata - I Trofeo nazionale Giangiacomo Ciaccio Montalto - è correlata alla grande passione per la vela coltivata da Giangiacomo Ciaccio Montalto.

L’opera muraria “Giangiacomo Ciaccio Montalto 2018” dell’artista trapanese Massimiliano Errera ha lo scopo di restituire in modo permanente alla cittadinanza l’immagine di un uomo che ha sacrificato la propria vita per la Giustizia e la Legalità.

Commenti

comments