Dieci anni di impegno, sacrifici, momenti difficili ma anche tanti successi. Le adesioni di quasi mille commercianti e imprenditori, le denunce e l’attività di sostegno alle vittime, gli arresti, gli incontri con studenti di tutta Italia, l’idea del consumo critico e dell’investimento collettivo, ovvero scegliere di acquistare presso commercianti pizzofree e fare in modo di dare un contributo alla città con un progetto di riqualificazione territoriale.

Animated713x314Teatro

Tutto questo racconterà la decima edizione della Festa Addiopizzo il 29, 30 e 31 maggio che torna ad essere a piazza Magione, come agli inizi. E per l’occasione un programma ricchissimo e tanti ospiti: da Ficarra e Picone a Teresa Mannino, passando per Pif che, assieme a Lirio Abbate, sarà protagonista dello spettacolo teatrale “Prove tecniche di furto di cuore e abuso di sorriso“.

Al centro di tutto l’attenzione per i beni comuni, che impegna l’associazione palermitana da qualche anno. Il tema sarà al centro del dibattito dal titolo “Palermo allo specchio. La battaglia per lo spazio pubblico e il futuro della città“, nel corso del quale interverranno Leoluca Orlando, Umberto Santino, Enrico Del Mercato e Gioacchino Lavanco, che si svolgerà sabato pomeriggio alle ore 18:00 al Teatro Garibaldi.

infopoint_cardQuest’anno il tema non può che essere quello dell’investimento collettivo, ovvero un progetto di riqualificazione territoriale della città di Palermo, possibile grazie alle donazioni e alle percentuali d’acquisto devolute da quanti impiegheranno Addiopizzocard presso il circuito di operatori convenzionati.

Verranno presentati alla cittadinanza i due progetti in gara (su piazza Magione e il Parco della Favorita) da realizzare con i fondi raccolti grazie ad AddiopizzoCard.

Si partirà, come di consueto, con il corteo degli studenti che quest’anno presenterà un’inedita novità. Infatti, a sfilare assieme ai giovani ci saranno molti dei commercianti e imprenditori che in questi anni hanno trovato la forza e il coraggio di denunciare.
studentiIl corteo partirà da piazza Verdi e si snoderà per le vie del centro storico sino a piazza Magione. Tantissime le attività per studenti e adulti: laboratori, attività sportive, giochi, presentazioni di libri e la sera spettacoli teatrali, di cabaret e concerti.

Ma soprattutto la presenza di tanti operatori economici che hanno detto no al pizzo e che, in dieci anni, hanno aderito alla campagna di Addiopizzo Pago chi non paga. La fiera sarà visitata dal Commissario nazionale antiracket, Santi Giuffrè, dal Procuratore di Palermo, Francesco Lo Voi, assieme altri magistrati della DDA e i rappresentanti delle forze dell’ordine sabato pomeriggio alle ore 17:00. A margine della visita, Show Cooking di Gigi Mangia con la cassata di pesce spada.

751x314FoodVillageLa grande novità di quest’anno è CIBO IN FESTA Sicilian Food Village, un vero e proprio villaggio gastronomico con le delizie della cucina siciliana, rigorosamente a pizzo zero.

Quest’area della fiera verrà inaugurata venerdì 29 alle 18:00 alla presenza di Gaetano Basile, scrittore e profondo conoscitore della cucina palermitana e Daniele Billitteri, giornalista e scrittore, che racconteranno il legame tra cibo e la città di Palermo. Saranno accompagnati dalla musica popolare di ricerca a cura dell’Associazione culturale Lorimest di Castelbuono.

Domenica mattina invece alle 09:30 è prevista una pedalata dal nascente Parco Villa Turrisi a piazza Magione, a cura delle associazioni Parco Villa Turrisi e Palermo ciclabile.

La realizzazione della manifestazione avviene anche grazie alla partership con il Comune di Palermo, la Rap e l’AMG.

 PROGRAMMA COMPLETO

 

 

L’azione è realizzata nell’ambito del Programma Operativo Nazionale Sicurezza per lo sviluppo obiettivo convergenza 2007–2013”. “Consumo critico antiracket: diffusione e consolidamento di un circuito di economia fondato sulla legalità e lo sviluppo”, di cui è beneficiario l’Ufficio del Commissario nazionale antiracket.

Commenti

comments