2In occasione del 23° anniversario della morte di Libero Grassi, la famiglia dell’imprenditore assassinato da Cosa nostra e Addiopizzo promuovono tre giorni di eventi in suo ricordo.

L’imprenditore – che nel 1991, con la sua pubblica e ferma resistenza al fenomeno delle estorsioni, maturò in solitudine il coraggio di denunciare il sistema del racket mafioso – oggi sarebbe affiancato da centinaia di colleghi, che in questi anni con l’ausilio del movimento antiracket, si sono finalmente liberati da ogni forma di taglieggiamento, oltre che da migliaia di cittadini pronti a sostenere la sua scelta.

Società civile e istituzioni sono invitate a partecipare alle tre giornate di commemorazione che si articoleranno, il 29, 30 e 31 agosto, in numerosi appuntamenti presso la spiaggia Sconzajuoco, sul lungomare di Isola delle Femmine.

Partecipa con noi alle iniziative in memoria di Libero Grassi: la rivoluzione contro il pizzo e il sistema di potere mafioso è tuttora in corso e per realizzarla è necessario l’impegno di tutti.

IL PROGRAMMA


 

Il 10 gennaio 1991 l’imprenditore palermitano denunciò sulla prima pagina del Giornale di Sicilia i suoi aguzzini. L’appello venne ripreso da altri quotidiani e in televisione. Secondo molti fu l’inizio della lotta contro il “pizzo”.

LEGGI L’ARTICOLO COMPLETO

Commenti

comments