verdoneParecchio tempo fa siamo entrati in contatto con i giovani titolari del pub cafè Verdone di Bagheria.
Erano esausti e preoccupati. Ci hanno raccontato le angherie, le vessazioni e le aggressioni fisiche e verbali che erano costretti a subire da un po’ di tempo all’interno del loro locale.
Ci hanno raccontato di risse scatenate dal nulla e della preoccupazione di perdere clientela e vanificare sacrifici fatti fino a quel momento.

Iniziò allora il percorso che li ha portati a raccontare la loro vicenda alla Compagnia dei Carabinieri di Bagheria; percorso che si conclude con gli undici arresti di stamattina, grazie all’incessante e prezioso lavoro svolto dai Magistrati e dalle Forze dell’ordine.

Non faremo mancare il nostro supporto e sostegno ai giovani imprenditori di Bagheria, tanto per la voglia di investire e creare lavoro e ricchezza nella loro città e soprattutto per il coraggio e la determinazione mostrata nell’affrontare chi, con violenza, voleva mettere a repentaglio una vicenda imprenditoriale che merita solo ammirazione.

 

APPROFONDISCI

Palermo, il business dei buttafuori nelle mani della mafia: undici arresti
la Repubblica.it, 17/09/2019

“I buttafuori della mafia” Imposti nei locali: 11 arresti
Livesicilia.it, 17/09/2019

Palermo, le minacce per imporre i buttafuori: “il Signore deve guardare i tuoi figli…”
Giornale di Sicilia, 17/09/2019