Fonte: la Repubblica Palermo

Di quel campus internazionale per studenti in cui avrebbe dovuto trasformarsi, dopo un anno e mezzo, non c’è neanche il progetto. E così il San Paolo Palace, lo storico hotel confiscato al costruttore Gianni Ienna, “longa manus” economica dei fratelli Graviano, boss di Brancaccio, prova a ripartire con le sue gambe. E per la prima volta, da quando è in amministrazione giudiziaria, sembra in grado di risollevarsi.

Leggi l’articolo