Fonte: Giornale di sicilia

Pagò con la vita la sua denuncia pubblica Il questore: «Ora non c’è scusa per subire».

Leggi l’articolo