Fonte: Giornale di Sicilia

Dopo il sequestro, un’azienda edile ha chiuso i battenti. Stesso discorso per due agenzie di scommesse.Non erano più gestite dal
presunto prestanome del boss e nessuno faceva più puntate.

Leggi l’articolo