Fonte: la Repubblica Palermo

«È un tema oramai ricorrente e imbarazzante quello delle carovane di parti civili che affollano i processi di mafia ed estorsione, associazioni antimafia e antitutto che ci piacerebbe incontrare quotidianamente sul territorio accanto ai commercianti e agli imprenditori che scelgono la strada della denuncia e non solo in un’aula di giustizia per chiedere di diventare parte di un processo senza averne a volte alcuna legittimazione».

Leggi l’articolo