L’8 luglio la nostra sede è stata trasformata in hub vaccinale temporaneo per chi vive in condizioni di marginalità nel quartiere Kalsa.

vaccinoNell’ambito dell’iniziativa “Accanto agli ultimi” abbiamo avviato una campagna di informazione e ascolto alla Kalsa, al fine di facilitare l’accesso alla somministrazione dei vaccini a quanti vivono in condizioni di marginalità e hanno per questo difficoltà a raggiungere i centri vaccinali.

Le prime somministrazioni si sono svolte l’8 luglio e sono state effettuate presso la nostra sede in via Lincoln 131, grazie alla disponibilità del personale sanitario della struttura commissariale Covid-19 di Palermo e provincia retta dal dottore Costa.
La sede di Addiopizzo rappresenta un bene comune e per questa ragione intendiamo, anche in un momento difficile come quello che si sta attraversando, renderla un punto di riferimento per la comunità e in particolare per chi ne ha più bisogno.

Da diversi anni, pur non allentando il gravoso impegno di aiutare chi si oppone alle estorsioni, siamo presenti nel quartiere Kalsa di Palermo con interventi di inclusione sociale ed educativa nei confronti di chi vive condizioni molto difficili: figli di chi non ha un lavoro, una casa e a volte anche da mangiare. Figli di questa città per i quali è fondamentale strutturare servizi di prossimità e di inclusione socio sanitaria per ridurre le disuguaglianze presenti sul territorio.

 → FOTOGALLERY


 

APPROFONDISCI 

Il pizzo e il Covid. Due nemici per gli abitanti della Kalsa — EmmeReports

Vaccini: si moltiplicano le postazioni per la somministrazione — TGR Sicilia