tribunale-3-300x224Questo pomeriggio dinanzi al giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Palermo, è stata accolta la nostra costituzione di parte civile nel processo Cupola 2.0, perchè dentro e fuori dallo stesso processo assistiamo delle vittime che hanno denunciato anni di soprusi ed estorsioni.

Commercianti che con l’aiuto del nostro movimento, pur tra tante difficoltà, continuano a lavorare a Palermo e in provincia: laddove hanno sempre vissuto e operato. Commercianti che hanno fatto la loro scelta di opposizione rifuggendo da rappresentazioni eroico mediatiche che oltre ad essere anacronistiche allontano i cittadini da una battaglia che in primo luogo ha bisogno di normalità oltre che di gente comune.

APPROFONDISCI

Mafia, decapitata la nuova Cupola Palermo, 46 arresti

 L’ordine dei boss per evitare guai: “Chiedete il pizzo dove siete sicuri”

Mafia a Palermo: da Bagheria alla Noce, nella nuova cupola alcuni mandamenti senza capo