Fonte: ANSA

Disposta dal gip la misura di custodia cautelare in carcere nei confronti di dieci persone esponenti dei clan di Resuttana, San Lorenzo e Tommaso Natale. Il giudice ha contestato agli indagati tre estorsioni ai danni di due esercizi commerciali. Nel contrasto al fenomeno del racket ha avuto un importante ruolo l’associazione Addiopizzo, in un consolidato sistema di tutela e di supporto alle vittime.

Leggi l’articolo