Fonte: Giornale di Sicilia – online

L’operazione “Jato Bet” è stata portata a termine questa mattina con dieci misure cautelari, 8 in carcere, una ai domiciliari e una di sospensione dal servizio. Le estorsioni, secondo quanto accertato dalle indagini, sono il metodo principale per controllare il territorio e per sostenere le casse della famiglia mafiosa.

Leggi l’articolo