Fonte: LiveSicilia

Lo avevano preso di mira. Così Giorgio Girgenti racconta la sua vita da incubo. L’imprenditore immobiliare, originario di Prizzi, sarebbe finito nel mirino dei mafiosi di Santa Maria di Gesù. Le sue dichiarazioni sono l’ossatura dell’ordinanza di custodia cautelare che ieri ha raggiunto sette persone per usura ed estorsione. Reati aggravati dal metodo mafioso.

Leggi l’articolo