Fonte: la Repubblica Palermo.it

 

Palermo ricorda Libero Grassi, l’imprenditore palermitano ucciso dalla mafia il 29 agosto di 29 anni fa perché si oppose al pagamento del pizzo. Anche questa mattina, alle 7.48, ora dell’uccisione, la figlia Alice Grassi, con il fratello Davide, ha spruzzato con la bomboletta spray di colore rosso il luogo in cui fu ucciso il padre, in via Alfieri.

Leggi l’articolo