Si è concluso il Concorso d’Idee per la riqualifica di Parco Libero a Palermo, al Comune l’onere di raccogliere gli spunti emersi dalle progettazioni premiate.parco libero grassi

Sono stati pubblicati gli esiti del Concorso di Idee che nei mesi scorsi ha coinvolto iscritti e laureati, italiani e stranieri, alle Scuole di Architettura del Paesaggio e di Architettura.

L’obiettivo del bando era la ricerca di interventi volti alla «creazione di un paesaggio esemplare e simbolico, per il recupero di un’area degradata in un contesto periferico ma di alto valore etico e paesaggistico», come si legge nella Lettera ai Partecipanti di Alice Grassi, figlia di Libero e presidente dell’Associazione.

Lo spazio sul quale sorge Parco Libero infatti, nel quartiere Acqua dei Corsari, permetterebbe l’ideazione di un giardino urbano vicino al mare, ma si presenta oggi come un luogo connotato da forte degrado ambientale — dovuto alla presenza di discariche abusive — ed edilizio, in seguito agli abusi risalenti al “sacco di Palermo”.

Quella che un tempo era zona balneare e marinara oggi è priva di servizi e attrezzatture che permetterebbero ai cittadini di riappropriarsene.

Per saperne di più, consulta il sito dell’Associazione Parco Libero