Fonte: Palermo Today

Fissata l’udienza preliminare dopo i blitz “Resilienza” e “Resilienza 2″, messe a segno dai carabinieri a ottobre e marzo scorsi: per l’accusa i boss avrebbero gestito anche riffe, feste di quartieri e avrebbero anche risolto questioni tra ultras del Palermo. Ben 13 commercianti avevano denunciato le estorsioni.

Leggi l’articolo