Oggi si apre il processo Talea 3, che vede imputati diversi soggetti accusati di associazione mafiosa ed estorsione. Tra le vittime, i titolari della pizzeria La Braciera che abbiamo  accompagnato a denunciare alcuni anni fa. È stato un percorso di ascolto e sostegno durato circa un anno e mezzo prima che maturasse la scelta di opporsi.

cercati l'amicoUn anno e mezzo di incontri, paure, silenzi, incertezze, solitudini, ansie e preoccupazioni, prima che tutto ciò sfociasse in un racconto di anni di estorsione e in pagine di verbali di denuncia.
L’operazione della Procura e dei carabinieri del nucleo investigativo di Palermo aveva ancora una volta colpito esponenti del mandamento Resuttana San Lorenzo, accusati di estorsione ai danni di commercianti e imprenditori.

A tal proposito vi riproponiamo le considerazioni di Antonio, fratello di Roberto e Marcello, che tempo fa aveva spiegato il senso del loro percorso:

la bracieraNon siamo eroi, vogliamo lavorare. Mi dispiace che alcuni magari cerchino di cavalcare mediaticamente la loro ribellione al racket, in certi casi pensando di risollevare attività che in realtà sono solo male gestite. Non ci siamo mai sentiti soli grazie al sostegno di Addiopizzo, delle forze dell’ordine e della magistratura. Continua a leggere

 

RASSEGNA STAMPA

Dieci ordini di custodia cautelare per estorsione. Nel contrasto importante il ruolo di Addiopizzo
Fonte: Ansa

Pizzo a Resuttana e San Lorenzo, scattano dieci arresti
Fonte: Livesicilia

Così veniva imposto il pizzo
Fonte: Giornale di Sicilia