Fonte: la Repubblica Palermo

Per i trent’anni dell’Acio (Associazione commercianti e imprenditori orlandini) la prima associazione antiracket che avrebbe segnato una svolta nel movimento antimafia degli ultimi decenni, i fondatori, invece di celebrare il solito rito, hanno organizzato una maratona di riflessioni su temi che non riguardano solo l’antiracket e l’antimafia ma più in generale il ruolo dell’azione civile e sociale nel contesto contemporaneo.

Leggi l’articolo